>

Peugeot promove una nuova rivoluzione del Design degli interni

SSYS_Interior_Peugeot_Concept_Car

Peugeot promove una nuova rivoluzione del Design degli interni

Luglio 3, 2023

Stratasys Ltd. ha annunciato che la casa automobilistica Peugeot ha integrato l’innovativa tecnologia 3DFashion™ di Stratasys negli interni dell’Inception, la sua nuova concept car, raggiungendo un livello di risoluzione che non sarebbe stato possibile con le tecniche di lavorazione tradizionali. Inaugurando una nuova era per il marchio Peugeot, di proprietà di Stellantis, e interpretando la sua visione dei futuri veicoli elettrici, la Inception è il primo prototipo realizzato sotto la direzione di Matthias Hossann, responsabile del design, e rappresenta un cambiamento importante per il brand. L’auto presenta un design degli interni che l’azienda non esita a definire “rivoluzionario”, ottenuto grazie agli avanzati materiali impiegati esclusivamente dalle stampanti 3D Stratasys J850™ TechStyle™. Gli interni della concept car si allineano alla nuova architettura di design di Peugeot per i veicoli elettrici. Si caratterizzano per il minimalismo dell’abitacolo, progettato per supportare l’obiettivo complessivo di reinventare l’esperienza del guidatore. I sedili, che sono parte integrante di questa esperienza, sono avvolgenti e rivestiti da un velluto realizzato in poliestere riciclato al 100%. Questo velluto ricopre anche il pavimento, presentando straordinari motivi 3D creati con la tecnologia di stampa 3D di Stratasys. Uno degli aspetti fondamentali della Inception è la volontà di catturare il dialogo tra i materiali e la luce, che ha richiesto al team di progettazione avanzata di Peugeot l’utilizzo di materiali in grado di adattarsi alla specificità estetica dell’auto e di interpretare la visione del marchio per i futuri veicoli elettrici. A supporto di questo passaggio verso una nuova architettura, un nuovo spazio e la scomposizione, Peugeot ha lavorato con singoli effetti materici. Il team ha scelto una tonalità metallica per il velluto, progettata sia visivamente che idealmente per giocare con la luce e trasmettere un concetto più futuristico, prima di utilizzare la stampante 3D J850 TechStyle per creare “microarchitetture” semitrasparenti.