< Torna al blog

>

Un mondo incantato

Un mondo incantato

Settembre 28, 2021

DinamicArt firma la ristrutturazione di un luogo di ospitalità a Pavia creando un mondo di fiaba dove il colore è protagonista

La DinamicArt, laboratorio grafico sin dal 1979, esprime la volontà di creare arte con le sinergie della creatività: la decorazione di interni si gioca sui particolari che, nell’insieme dell’arredo, danno il senso di un’atmosfera ideale e coordinata che aggiunta al valore della cromoterapia crea il meglio per dare nuova vita ad uno spazio. Nulla è casuale, tutto è il risultato di contenuti.
Questa breve descrizione rappresenta al meglio il lavoro di Lia Badulato e Mirko Giardini, le due anime di DinamicArt, e ogni loro progetto riassume questa filosofia e contiene una porzione della loro essenza. Nel disegnare, pensare e creare, che siano spazi per la socialità o spazi più intimi e privati, DinamicArt trasmette sempre un frammento del loro credo, della loro anima, fatta di gioia, colore e voglia di stare bene.
L’ultimo lavoro in termini temporali è la ristrutturazione di PaviAffittaCamere, una struttura di ospitalità di Pavia. Ma lasciamo a Lia e Mirko il compito di spiegare come nasce questo progetto e quale il filo conduttore di un progetto che contempla arte, decorazione e cromoterapia.
“Nel settembre dello scorso anno eravamo a Binasco e prendevamo un caffè presso il bar enoteca Magia, appena ristrutturato da noi, con il signor Alfredo Introini, proprietario di un Ostello a Milano e due Affittacamere a Pavia. Rimane colpito dalle installazioni dei palloncini in lightbox e dell’opera stampata su Plexiglass, ci fa i complimenti e ci lasciamo con un sorriso grati per l’attenzione e il tempo che ci ha dedicato… Siamo in un periodo terribile, con il Covid che imperversa e stravolge le vite di tutti: siamo in quarantena, la Lombardia diventa rossa, tutto si ferma… tutti ci sentiamo sospesi in un futuro incerto!
Passano una decina di giorni, arriva una telefonata che da nuova speranza al nostro sopravvivere professionale. Il signor Introini ci chiede se ce la sentiamo di pensare al suo PaviAffittaCamere, visto che chiudono per Covid e vorrebbe dedicare quel tempo al restyling del luogo. Euforici, prendiamo tutto ciò come un segno. Felici dell’opportunità vorremmo più che mai sorprendere il cliente. Con la decorazione di interni possiamo intervenire sui mobili che esistono già e quindi entrare in un pensiero di recupero, importante per contenere i costi. Investiamo invece in un lavoro più ricercato per i bagni “illustrati come favole” e alla fine intervenire con l’uso della resina, rivestimento eclettico e contemporaneo, luminoso, pratico, con la sua alta resistenza meccanica, termica, che non modifica il design. Prepariamo uno studio grafico presentato in un layout con un elenco ben definito per i vari spazi, diversificati tra loro: il cliente rimane affascinato, e si da il via alle danze. Iniziamo con il restyling del logo, il segno che deve subito trasmettere un’idea precisa dello spazio. Poi interveniamo sulle camere, impostando per ognuna di esse un tema: Aquatica, BlackWhite, Country, Exotica, Industrial, Pop (art), Shabby chic, Vintage, Suite. Ogni singolo spazio racconterà una favola, una storia diversa. Rafforzata dai colori, supportata dalla grafica, che vuole regalare emozioni di stati d’animo diversi.

Nella reception abbiamo installato un lightbox (un grazie a Laura Parisi di Lumio per la collaborazione) raffigurante quadrifogli portafortuna, mentre l’area break è stata impostata come una piccola oasi di pace.
Siamo poi intervenuti sulle scale, giocando sulle diverse cromie per dare un senso emozionale, mentre nella cucina abbiamo decorato soprattutto gli elettrodomestici e il soffitto (un cielo di pasta…). Il progetto viene velocemente approvato e nel giro di qualche giorno iniziamo i lavori, che grazie all’uso attento di materiali e tecnologie di decorazione durano poche settimane. PaviAffittaCamere è pronto ad accogliere i nuovi ospiti e portarli in un mondo di colore!”
Il progetto, come ci hanno raccontato Lia e Mirko, è stato impostato sulla riqualificazione e il restyling. Questo è stato possibile utilizzando materiali “insoliti” per il mondo dell’arredamento e dell’interior, quali Forex, Smart-X, Plexiglass, alluminio, rivestimenti vinilici adesivi. Sono però materiali leggeri, ad alte prestazioni, che grazie alle tecnologie di stampa digitale di grande formato possono dare una estrema libertà espressiva ai creativi, nel contempo offrendo le massime garanzie di durata, prestazioni e sicurezza. Questo vale per le varie installazioni grafiche, ma anche per i calpestabili a pavimento (con indici di sicurezza antiscivolo molto alti) o per il restyling dei bagni, dove grazie alla resinatura superficiale è stato possibile unire libertà espressiva e resistenza all’umidità e facilità di pulizia e manutenzione. L’aspetto più interessante è stato proprio quello della coordinazione dei vari elementi sotto lo stesso concept espressivo: potendo utilizzare materiali specifici e stampa digitale sono stati ripensati e dunque riqualificati non solo muri e pavimenti, ma anche mobili, elettrodomestici (vedi il frigorifero), controsoffitti, pannelli.
Un progetto che è sinonimo di espressione creativa, che testimonia come la tecnologia e i materiali oggi a disposizione permettono a creativi e progettisti di non porsi più limiti.
Chiudiamo con una frase citata da Lia e Mirko: “In fondo, come diceva Pablo Picasso, lo scopo dell’arte è levare via la polvere dalla vita quotidiana delle nostre anime…”

www.dinamicart.it