< Torna al blog

>

Tessuti per retroilluminazione

Tessuti per retroilluminazione

Febbraio 5, 2021

Un quadro, una parete, un’insegna. La qualità della stampa su tessuto associati a una struttura in alluminio con tecnologia LED

Il bello di avere un partner di grande esperienza e competenza è quello di potergli chiedere un po’ di tutto. Claudio Rocca, uno dei soci di Indigital, risponde perfettamente a questa descrizione, e a lui abbiamo chiesto di farci un piccolo resoconto sui tessili per retroilluminazione. “Col termine Lightbox si intende una struttura con cornice metallica rettangolare, retroilluminata da batterie di moduli led, posti sul fondo chiuso o lungo l’interno della cornice stessa. Questa fa da supporto per un tessuto stampato, tensionato ed ancorato sulla superficie inserendo in una scanalatura un bordo in silicone (o PVC) cucito a macchina o più raramente biadesivizzato. La semplicità di applicazione e sostituzione dei soggetti stampati, la praticità di far viaggiare le stoffe arrotolate in tubi di cartone stanno attualmente rendendo il Lightbox un popolarissimo mezzo pubblicitario. Ampia sul mercato è la scelta dei tessuti in poliestere. Gli allestitori sono ovviamente interessati al prezzo: fa parte del gioco in un’arena dalla robusta competitività. È tuttavia necessario che, sotto il cappello di un costo accettabile, vengano soddisfatti alcuni indispensabili parametri tecnici.

La stampa dei teli viene effettuata con sistemi digitali e varie tipologie di inchiostri. Fonte: Absolutex
Caratteristica merceologica

Il primo dato evidente è il peso, dal quale dipendono spessore, trasparenza ed il passaggio più o meno agevole nei meccanismi della stampante. La media si attesta intorno ai 190 g/mq, con estremi dai 145g/mq ai 250g/mq. Valori più consistenti sono indispensabili per grandi superfici, che osservate da media distanza, rendono dunque poco evidenti trame più spesse del tessuto. Per box più piccoli si può scegliere un materiale più leggero, addirittura spalmato di PVC in superficie, per offrire una resa perfetta di caratteri piccoli e dettagli dell’immagine.

Così come le carte, non tutti i prodotti hanno lo stesso punto di bianco. A seconda del filato i tessuti presentano differenti tonalità (panna, ghiaccio, azzurrato etc..) che finiscono per essere considerate in base a gusti ed abitudini soggettivi o per ottenere precise rese cromatiche con la scelta della temperatura colore dei led. Il più o meno elevato coefficiente elastico, che favorisce conformabilità e facilità di tensionamento in fase di applicazione sulla cornice, può mettere in crisi il sistema di trascinamento del plotter inkjet. È opportuno eseguire test preventivi.

I pannelli luminosi sono estremamente flessibili come dimensioni, potendo realizzare da quadri in formato poster a intere pareti. Fonte: Lumio

Ogni prodotto si può stampare con una o più tecnologie: sublimazione diretta o transfer, ecosolvente, Latex, UV, pigmento base acqua. Tutto dipende da un trattamento superficiale reso in fase di produzione. Se opportunamente differenziato, è possibile alternare la stampa su due lati con diverse tecnologie: praticamente due prodotti in uno.

La gamma dei tessuti è ampia e, tranne specialità appositamente sviluppate, in gran parte votata all’utilizzo in interno. Necessaria quindi un’adeguata classificazione secondo la reazione al fuoco.

I tessuti in poliestere sono tra i materiali più riciclabili. A fine utilizzo, nel nostro settore, portano intrisa nelle fibre una quantità di inchiostro, delle più disparate composizioni chimiche, che nella maggior parte dei casi impedirà di generare un materiale riciclato con punto di bianco adatto alla stampa”.

Durst Habitat

Gli aerosol sono la causa principale della propagazione di COVID-19. L’azienda altoatesina Durst ha progettato un innovativo sistema di sanificazione dell’aria che riduce la carica virale negli ambienti interni utilizzando lampade UV. Durst Habitat rende quindi più sicura la permanenza di persone in ambienti come uffici, studi medici, scuole, ristoranti, bar, negozi, banche, ma anche abitazioni private. 

Durst Habitat è il sistema di sanificazione dell‘aria con tecnologia UV-C altamente efficiente e silenzioso. Inoltre, può essere personalizzato per integrarsi esteticamente adattandosi a qualsiasi ambiente. Il sistema, infatti, è contraddistinto da un design estremamente moderno il cui rivestimento in tessuto antivirale può essere personalizzato con grafiche a piacere, utilizzando così la superficie di Durst Habitat per comunicare, informare o decorare gli spazi. Il tessuto antivirale può essere stampato direttamente da Durst con la grafica scelta dal cliente e fornito già in versione customizzata. Inoltre, la sostituzione del tessuto è molto semplice e può essere effettuata in pochi minuti: in qualsiasi momento è possibile decidere di aggiornare la grafica con nuove immagini. 

durst-group.com/Habitat

I prodotti

Krea
Una gamma completa e di alta resa dei colori quella proposta da Krea

Tra i più diffusi prodotti Krea per retroilluminazione e Lightbox citiamo:

Speedy Outdoor 910-10 lato interno UV e Latex, lato esterno Dye-Sublimation-Paper-Transfer, uso outdoor, idrorepellente, taglio a freddo. Speedy Hybrid 913-11 lato interno UV e Latex, lato esterno Dye-Sublimation-Paper-Transfer, uso indoor, taglio a freddo, DIN 4102 B1. Micro Double Satin 1016-11 stampabile UV e Dye-Sublimation diretto e Paper Transfer. Morbido, superficie liscia, uso indoor, taglio a caldo, DIN 4102 B1. Micro Satin Universal 1007-12 lato interno UV e Latex, lato esterno Dye-Sublimation diretto e Paper-Transfer, taglio a freddo, DIN 4102 B1. Krea Textilien, con sede a Krefeld (Germania) vanta 30 anni di attività nello sviluppo e nella produzione di tessuti tecnici. Oltre ad una gamma di tessuti altamente tecnici Krea produce una linea completa per stampa digitale di grande formato ed una di tessuti personalizzabili per l’arredo di interni, tappeti, abbigliamento. I suoi prodotti sono distribuiti da Indigital S.r.l.

kreatextilien.com
indigital.it

Guandong

Lo “specialista delle specialità” completa la gamma Textile Collection con Texon. 

Texon è un prodotto ottenuto grazie a un nuovo processo di produzione che permette di accoppiare il vinile con il tessuto in poliestere. Rispetto al classico banner, Texon è più facile da gestire, più leggero e più soffice oltre a piegarsi meglio in fase di lavorazione. Nonostante il peso molto leggero, Texon produce meno ondulazioni. Texon, nella versione opal, è principalmente utilizzato per cassonetti luminosi e retro-illuminati. Ottima resistenza meccanica/carichi di rottura; ottima tenuta delle cuciture. Rispetto a un tradizionale backlit in PVC, Texon presenta una trasparenza più uniforme, non avendo le classiche linee visibili che caratterizzano invece il prodotto flex-banner. Inoltre, sul classico banner backlit in PVC, una volta piegato, rimangono marcaggi, segni o impronte, in quanto si ha una maggiore presenza di carbonato di calcio nel PVC. Texon invece riesce a eliminare questo genere di limiti applicativi. Texon è un flame retardant, utilizzabile quindi non solo in esterno, ma anche in interno. Disponibile nella versione frontlit e nella versione backlit.

Punto di forza di Texon il nero pieno e i forti contrasti colore

Texon fa parte della Textile Collection, la selezione più completa di tessuti in cotone e poliestere per canvas, retroilluminati, bandiere e specialità.

L’offerta della gamma Textile Collection spazia dai Canvas in cotone e in poliestere per stampe fotografiche e riproduzioni artistiche, ai tessuti pensati per la retroilluminazione, dalle bandiere alla versatilità tecnologica dei Texon e dei tessuti speciali. I prodotti della gamma Textile Collection sono idonei per la stampa con tecnologia Eco-solvente, UV, Latex.

guandong.eu

Absolutex

Absolutex è una startup innovativa, nata all’interno del gruppo ABS che ne è la “mother company”. Il modello di business innovativo di Absolutex nasce con un approccio basato sulla narrazione di una storia. Uno story telling che raccoglie tutte le frizioni e frustazioni (pain point), raccolte in 10 anni di lavoro nel settore, cercando di evidenziare il paradosso fra stampa digitale e processi gestionali analogici. Absolutex non è un e-commerce ma è una società con modello multicanale che utilizza una piattaforma inedita per poter servire il cliente, nelle modalità in cui il cliente vuole essere servito. È l’unico e-commerce nativo B2B applicato alla stampa digitale grande formato. Gli obbiettivi che hanno guidato lo sviluppo della piattaforma sono: far risparmiare tempo e rendere il processo chiaro, facendo sentire l’utente in controllo di ogni azione. 

La soluzione più adatta selezionata e realizzata su misura dalla “sartoria” Absolutex

La società ha investito molto nell’analisi preliminare di una CX, di una customer experience teorica, sviluppando da zero l’architettura di front end, ma soprattutto sta lavorando per l’implementazione continua. Ad oggi siamo alla versione 2, e sono pianificate due ulteriori release prima della fine dell’anno. Viene utilizzato il design thinking, l’analisi di questionari e strumenti digitali per definire un percorso di miglioramento continuo che ha come obbiettivo il miglioramento dell’esperienza del cliente. I tessuti disponibili sulla piattaforma sono tutti quelli applicabili alla visual communication, con larghezza fino a 5 metri, stampabili in sublimazione. In questo senso la scelta è molto facile, all’interno delle categorie: poliestere nautico, principalmente declinato alla produzione di bandiere, poliestere display, per allestimenti e frame, tovaglie promozionali e totem in generale, poliestere backlite, per tutti i prodotti retroilluminati e poliestere blockout, per tutte le applicazioni dove la luce filtrante dal retro sia un problema. Il programma XPRO traduce tutti i vantaggi della piattaforma nativa B2B. Prevede una analisi delle esigenze del partner che vuole aderire, cercando di rispondere ad una semplice domanda: come Absolutex può migliorare il tuo business e la tua qualità di vita? Questo avviene con una visita preliminare o una intervista telefonica che poi porterà ad una prima visita da parte dei responsabili di area di Absolutex. 

absolutex.com

Il parere del produttore

Lumio è il marchio proposto da Imprimendo per quanto riguarda i sistemi di parete retroilluminate. A Laura Parisi, ceo di Lumio, abbiamo chiesto di darci un suo parere sulla scelta che fanno per quanto riguarda la componente tessile del sistema.

“Per quanto riguarda le stampe per retroilluminazione utilizziamo sostanzialmente 3 prodotti: 

Tessuto Pearl di produzione europea. È un materiale che ha una spalmatura che permette di retro illuminare senza vedere i punti led e con una brillantezza colori che valorizza molto le immagini.  Punto debole, bisogna saper stampare con i giusti inchiostri, normalmente sublimatici, e la giusta quantità; altre tecnologie, come ad esempio l’UV, se non gestite e calibrate perfettamente, rischiano di creare uno strato rigido di colore con conseguente distaccamento o crepa. 

Samba è un tessuto simile al Pearl, ma in cui si vede di più la trama del tessuto e quindi con un effetto più tessile.

Texon di Guandong, ottimale per stampe in cui ci sono dei contrasti di colore, ha un nero coprente ineguagliabile e lascia il tessuto morbido e facilmente piegabile. Il punto positivo è che quando si ha del nero coprente con gli altri tessuti bisogna stampare con molto nero, facendo più di una passata di inchiostro, con il risultato che il materiale si irrigidisce, invece con il Texon questo non è necessario”.

lumiosystem.com