< Torna al blog

>

Proiettati nella città 2.0

Proiettati nella città 2.0

Luglio 1, 2016

Smart Bench è la soluzione made in Italy per rendere le nostre città sempre più interattive e multimediali, senza rinunciare al design

DSC_3452Le Smart City sono uno degli argomenti più “vivi” e dibattuti in ambito architettonico e urbanistico. Si tratta, in parole povere, di una trasformazione degli spazi urbani verso una dimensione più personale e interattiva, dove il cittadino può non solo interagire con l’ambiente attraverso i media multimediali, ma dove può ricevere informazioni e dati utili al miglioramento della qualità della vita. Se da un lato il dibattito avviene su scala urbanistica gettando le basi di un nuovo tipo di progettazione architettonica, basata appunto sui servizi e sulla gestione delle infrastrutture pubbliche, dall’altro, quello del design e dell’arredo urbano, abbiamo già delle soluzioni integrate e integrabili in questo nuovo concetto di città. Un esempio sono le panchine intelligenti, o Smart Bench, oggetti in grado di offrire al cittadino una serie di servizi di informazione e di intrattenimento e nel contempo contribuire al decoro urbano in modo innovativo e funzionale.DSC_3526_1
Canavisia, una giovane start up made in Italy, propone proprio una serie di sedute denominate Smart Bench che sintetizzano questi aspetti di decorazione e di servizio. Si tratta di una seduta interamente sviluppata in Italia, destinata a luoghi di aggregazione pubblica e privata, per  interni ed esterni,  rispondente ai criteri e alle nuove tendenze di Smart City. Un design innovativo e l’uso di materiali di qualità rendono la Smart Bench ideale per luoghi pubblici come vie, parchi, piazze, aree turistiche e culturali.
La seduta è modulabile quindi componibile a seconda dello spazio e dell’ambiente. Base realizzata in acciaio INOX aisi 304 o in alternativa per le località di mare in INOX aisi 316, con personalizzazione delle incisioni a taglio laser sulle basi in acciaio. La seduta per esterni è in legno di cedro o iroko, ma personalizzabile in altri materiali (es. PVC – materiali compositi -resine cementizie). A parte l’aspetto estetico, frutto della creatività del designer Paolo Reato, la Smart Bench offre una serie di servizi multimediali tra cui la gestione remota via smartphone e tablet, hotspot Wi-Fi, Bluetooth, sensori ambientali, audio integrato, illuminazione artistica a LED, ricarica USB (dotata di porte per la ricarica di apparecchi elettronici), connessione Internet via cavo LAN, SIM 3G/4G o Wi-Fi esistente. Grazie all’interfaccia web è possibile scaricare informazioni turistiche, mappe, free e-books e fare upload di documenti e file audio.
Si tratta naturalmente dDSC_3516i un progetto “open”, vale a dire che ogni tipologia di servizio può essere personalizzato e realizzato ad hoc per rispondere a precise esigenze da parte del committente. In pratica attraverso la panchina un’amministrazione comunale può offrire informazioni sulla qualità dell’aria, informazioni turistiche e guide, informare su eventi e manifestazioni, proporre musica e immagini sulla città, etc. Ma possiamo anche pensare a un utilizzo indoor, magari per musei (la classica panchina dove sedersi per rimirare un’opera d’arte può diventare anche una fonte di informazioni sull’opera, sull’artista, di fatto sostituendo o integrando le audio guide), manifestazioni fieristiche (con le informazioni sui vari espositori), eventi e spettacoli. In pratica ogni tipo di informazione può essere caricata e gestita dal cittadino semplicemente attraverso il proprio smartphone o tablet.
Due i modelli attualmente offerti: Dora, seduta singola in legno di cedro o iroko con schienale a richiesta del cliente, base in acciaio inox con incisioni a taglio laser, elettronica di controllo con protezione IP65, modulo di alimentazione predisposto per la connessione a rete 220V, modulo wi-fi integrato, 2 porte USB per ricarica dispositivi mobili, illuminazione artistica a base LED, speaker integrato. Morena, con le stesse caratteristiche di Dora, ma grazie alla modularità può essere composta per ospitare 2-3 o più persone.
Le sedute possono essere poi personalizzate con diversi elementi e funzioni, quali sensori meteo (temperatura, umidità e pressione), sensori di prossimità (passaggi e sedute), sensori di inquinamento (CO2), servizio captive portal per il controllo accessi a Internet.
canavisia.com

L’azienda
Canavisia s.r.l. è una start-up innovativa nata nel 2014 dalla collaborazione di 6 aziende della provincia di Torino. L’azienda si occupa della realizzazione di arredi innovativi e di qualità, per interni ed esterni, sulla base del paradigma dell’IoT (Internet of Things) in cui la tecnologia e l’uso di internet si integrano con gli oggetti reali. La Smart Bench è una panchina “smart” ossia intelligente grazie alla presenza di sensori, connessa attraverso la rete per offrire servizi, trasmettere informazioni e dati sul monitoraggio e il controllo a distanza. L’obiettivo di Canavisia è quello di realizzare oggetti per connettere il mondo reale a quello digitale e ottenere benefici sulla sicurezza, sull’efficienza, sul risparmio energetico e, in termini più generali, sulla qualità della vita. Il team di lavoro è composto da specialisti del settore dell’informatica, dell’elettronica e del design.